Archivi tag: Pdl

Grande Guerra: una legge per commemorare i cent’anni nel nome della pace

Un milione di euro per progetti di restauro e recupero dei luoghi e dei monumenti legati alle vicende storiche della Grande Guerra e alla memoria dei caduti, ma anche per la tutela delle collezioni storiche e documentali e per la loro valorizzazione culturale e fruizione, a cent’anni dall’inizio del conflitto. Destinatari: enti pubblici, associazioni e fondazioni che operano nel campo della conservazione del patrimonio lombardo. E’ il progetto di legge ‘Commemorazione per il centenario della Prima Guerra Mondiale e valorizzazione del relativo patrimonio storico in Lombardia’, depositato dal Gruppo regionale del Pd.

Per noi è l’occasione per commemorare il centenario della Prima Guerra Mondiale, che significa educare alla pace di fronte all’ingente dispendio di vite umane e all’aggravarsi delle conflittualità che prepararono il terreno a decenni di totalitarismi e di un nuovi conflitti. Secondo noi, Regione Lombardia, teatro di battaglia della Grande Guerra, attraverso questa legge, deve impegnarsi a perpetuare la memoria storica di quel conflitto e di coloro che vi morirono, con l’obiettivo dichiarato di contribuire a edificare la pace, l’integrazione tra i popoli e le alleanze tra gli Stati. Principi importanti in particolar modo se affiancati al cammino che l’Europa ha fatto in questi sessant’anni di pace grazie al percorso verso l’Unione europea.

Nel frattempo, anche Lega, Lista Maroni e Fratelli d’Italia hanno proposto un loro progetto di legge: auspichiamo che si arrivi a un unico testo condiviso e non dovrebbe essere difficile, visto che soprattutto il Pdl proposto dalla Lista Maroni è molto simile nell’impianto al nostro. Più celebrativo quello di Fratelli d’Italia, ma spero e credo che si troverà un accordo anche sui contenuti.

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Contributi per donatori di sangue, approvata mozione

Oggi in Aula è stata approvata una mozione, di cui sono firmatario, frutto dell’abbinamento di 3 mozioni rispettivamente del Pd, del Pdl e dei Pensionati, per salvaguardare i diritti dei donatori del sangue. Con il Decreto Salva Italia infatti è stato disposto che le assenze dei donatori non rientrerebbero nella categoria della “prestazione effettiva di lavoro” e di conseguenza i dipendenti per poter accedere alla pensione anticipata senza subire penalizzazioni economiche dovrebbero effettuare un periodo di lavoro aggiuntivo pari al numero di giorni di permesso per le donazioni. Un’ingiustizia che fa venir meno il riconoscimento della funzione civica della donazione volontaria. Stiamo parlando infatti di gesti di pubblica utilità. Regione Lombardia, con il suo peso, può spingere dunque il legislatore, che in questa materia è competente, a cambiare una situazione che oggi aggiunge la beffa al danno. Per questo è importante oggi l’approvazione di questo documento unificato che impegna la giunta ad attivarsi presso il governo per inserire tra le prestazioni effettive di lavoro anche l’astensione per donazione garantendo la tutela di quei cittadini che compiono ogni giorno scelte di solidarietà e altruismo e oggi si vedono paradossalmente penalizzati. La mozione per il recupero dei giorni di pensione per i donatori chiede poi lo stesso per tutte quelle contribuzioni figurative eliminate dalla cosiddetta riforma Fornero, come ad esempio per congedi parentali.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

La Provincia di Cremona elimina i geositi

L’area del Pianalto è una zona ad alto valore scientifico e ambientale, un unicum a livello gelogico e il Presidente della Provincia di Cremona Salini, con la sua giunta, ha fatto una forzatura per permettere la creazione in questi luoghi di cave e discariche, a dispetto dell’ambiente e rispetto all’alto valore dell’area.
Per questa ragione lunedi con il Pd cremasco, di Soncino e Romanengo abbiamo presentato un documento, sottoscritto anche da un centinaio di cittadini, per la maggior parte residenti nei paesi interessati dal Pianalto della Melotta, col quale abbiamo chiesto alla Provincia di stralciare il giacimento e i poli estrattivi previsti sul Pianalto di Romanengo-Melotta, ma senza successo: il Consiglio provinciale a Cremona ha adottato con i voti di Lega, Pdl, Udc, Torchio e Biondi la variante al Piano territoriale; la combinazione del Ptcp con il nuovo Piano Cave, deciso 2 mesi fa, elimina di fatto i geositi. Il Pianalto della Melotta di Romanengo può ora ospitare cave e discariche. Sommergiamo la Provincia di osservazioni e proteste. Tutte le associazioni ambientaliste cremonesi, Il Pd e 100 cittadini di Soncino e Romanengo lo hanno già fatto!

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Parco tecnologico padano: Fava smentisce la sua giunta

ptpSarà anche un giudizio personale, ma è ben strano che un assessore della Giunta Maroni sconfessi così apertamente la posizione del suo esecutivo.
I fatti sono noti: Fava si è lasciato andare a giudizi ben poco lusinghieri sulla struttura e sul suo management, provocando le dimissioni del professor Francesco Salamini dalla carica di vice presidente della Fondazione e dalla presidenza del Comitato scientifico della medesima fondazione.
Con l’interrogazione volevamo capire su che base l’assessore esprimeva questi giudizi e che cosa intende fare del Ptp Regione. Fava ha confermato il suo parere ‘scadente’ non solo sull’attività amministrativa, visto che avanzava come motivazione problemi di bilancio, ma anche scientifica. Cosa che ci lascia ancora più senza parole per diversi motivi, ma tutti rivolti al fatto che la Giunta di cui Fava fa parte non la pensa certo allo stesso modo.
Nella parte relativa a ‘Ricerca e innovazione’ si precisa che ‘Occorre promuovere le realtà e i soggetti che maggiormente favoriscono l’innovazione e le ricadute della ricerca sulle imprese. Un’attenzione particolare sarà data al Parco Tecnologico Padano’. Concetti piuttosto chiari, messi nero su bianco e appena approvati dalla maggioranza Lega-Pdl. Non solo: proprio giovedì scorso una delegazione del Consiglio Regionale, guidata dal presidente Cattaneo, assieme a consiglieri della maggioranza, ha visitato Lodi e, parole loro, ‘alcuni centri di eccellenza tra cui il Parco Tecnologico Padano’. Non credo, quindi, che sia corretto il comportamento di un assessore che smentisce in modo plateale le posizioni dell’esecutivo e della coalizione di cui fa parte.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , | 1 commento

Cinquemiladuecentottantanove volte grazie!

Grazie ai 5289 elettori che mi hanno espresso la loro preferenza. Più del doppio di quanto ottenuto dagli altri undici candidati cremaschi in competizione. A Crema città il PD ottiene poco meno del 31% dei consensi: quasi il doppio del PDL e quasi il triplo della Lega. La coalizione di Ambrosoli-Centrosinistra vince con il 42.50%. Un risultato straordinario, con il Movimento di Grillo fermo al 12.80%. Ciò nonostante Maroni vince nel cremasco e in Lombardia e diventa il nuovo Presidente in continuità con il regno di Formigoni. Evidentemente la vergogna degli scandali non è bastata.
Per quanto mi riguarda continuerò a lavorare dal Pirellone per il “mio” territorio, su due fronti: un’attenzione particolare all’aspetto legislativo con l’obiettivo di portare a casa una nuova legge contro il consumo del suolo e per il sostegno all’agricoltura e un rinnovato impegno e attenzione affinché ogni opportunità che nasce dalla Regione possa tradursi in azione concreta per il territorio cremasco. Con un obiettivo in testa: quello di favorire uno sviluppo che crei occasioni di lavoro soprattutto per i giovani che sono il nostro futuro. Il filone da seguire, attraverso la sottoscrizione di “patti territoriali”, è quello di “riparare il mondo” attraverso la salvaguardia e il rispetto delle risorse naturali che non sono infinite.
Sarà, questo, il mio ultimo mandato elettorale. Non solo in Regione. Non troverete ma più il mio nome sulla scheda per qualsiasi altra competizione.
Non perché sia stanco o sia venuta meno la mia passione per la politica. Semplicemente perché reputo di avere fatto la mia parte. Non mancherò di esserci anche in futuro, ma da “soldato semplice” cercando di mettere a disposizione la mia esperienza e l’energia che ancora mi sento dentro. Largo ai giovani.

Agostino Alloni

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Parco Oglio Nord: Lega e Pdl usano la rassegna enogastronomica come vetrina elettorale

Lega e Pdl approfittano di un evento importante per il territorio del Parco Oglio Nord e lo usano come vetrina elettorale: all’inaugurazione della manifestazione ‘I saperi e i sapori del fiume – 8° Rassegna Enogastronomica della valle dell’Oglio’, che si terrà sabato 24 novembre a Torre Pallavicina, sono stati invitati tre consiglieri regionali leghisti e un consigliere provinciale bresciano del Pdl.

Perché invitare tre consiglieri regionali della Lega quando ne bastava uno?Avrebbe titolo di presenziare solo Giosuè Frosio che è presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale. Ma che ci fanno anche Daniele Belotti, che non è più assessore regionale, e Roberto Pedretti, che è sempre stato solo un consigliere regionale? E in rappresentanza della provincia bresciana viene invitato non un assessore, ma un consigliere, naturalmente in quota Pdl.

Dopo che nel consiglio di amministrazione del Parco non è stato eletto nemmeno un rappresentante del centrosinistra, Lega e Pdl pensano di utilizzare un evento importante per i nostri territori come vetrina per la loro campagna elettorale. E il consiglio di amministrazione, in questo modo, restituisce il favore agli stessi partiti di maggioranza.

Pubblicato in Cultura e sport, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giornata storica, ora costruiamo alternativa di governo

Quella di oggi, venerdi 26 ottobre 2012, è una giornata storica: finiscono diciassette anni di era Formigoni con lo sfaldamento della coalizione Pdl Lega. Solo un mese fa avevamo concordato la raccolta delle firme dei nostri consiglieri per le dimissioni, chiedendo ai consiglieri di maggioranza di fare altrettanto. Oggi i fatti ci danno finalmente ragione. Per noi si chiude una fase e se ne apre un’altra: dobbiamo costruire un’alternativa di governo partendo dai nostri partiti e aprendoci a un progetto aperto, un patto con le formazioni sociali, civiche e politiche che con noi vorranno disegnare la nuova Lombardia.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Regione Lombardia e Regione Lazio, da uno scandalo all’altro

La realtà supera la finzione. E’ quello che è successo nella Regione Lazio dove il governo della presidente Polverini, pupilla di Berlusconi, ha creato uno scandalo inimmaginabile. Il Capogruppo del PDL si è impossessato personalmente di denaro pubblico per oltre  700.000 euro attraverso dei versamenti  diretti dal conto corrente della Regione a quello personale. E così, pare, abbiano fatto i suoi amici della destra. Il tutto giocato all’interno di scontri feroci nello stesso partito ex Forza Italia (ed ex AN), con denunce e controdenunce alla magistratura. Ne esce un’immagine della politica devastante che mette in enorme difficoltà quelli che, come me, stanno lavorando per il bene comune e per ottenere risultati concreti per le famiglie e le imprese, in un momento tremendamente difficile per tutti, a partire da quelli che perdono il lavoro e da quelli, specie i giovani, che un lavoro non ce l’hanno. Il messaggio che passa è quello che sono tutti uguali. Ma così non è: credetemi. La maggior  parte delle persone che si occupano di politica sono delle persone normali, oneste e operose. La percezione è un’altra grazie anche a chi, come Grillo e il suo movimento Cinque Stelle, cerca in tutti i modi di avvantaggiarsi elettoralmente buttando fango su tutti in modo indistinto cavalcando quell’antipolitica che, da che mondo è mondo, non ha mai fatto  uscire soluzioni di buon governo ed ha anzi creato confusione e regimi illiberali. Insomma quel “tanto peggio tanto meglio” che ci può solo far precipitare ulteriormente, soprattutto se, come nel caso di Grillo, tutto avviene in modo virtuale, sul web, senza che nessuno si possa confrontare, valutare e votare.
Il PD nel Lazio ha esortato le dimissioni della Polverini e il voto anticipato, che poi è arrivato. Quello che anch’io, insieme al mio gruppo e a tutte le opposizioni lombarde, ho chiesto a Formigoni.
In Lombardia la pietra dello scandalo non sta nella finanza allegra della gestione del Consiglio e nella distribuzione dei fondi a favore dei singoli. No, qui va detto che le spese degli stessi negli ultimi cinque anni sono calate del 25%; che l’assunzione dei collaboratori avviene all’interno dei gruppi consiliari con dei tetti prestabiliti e rigidi; che i parenti non possano avere contratti  e che i budget sono molto di buon senso. No, qui il problema sta nel fatto che su 80 ben 11 sono i consiglieri indagati dalla magistratura. Oltre Formigoni sono per lo più ex assessori dello stesso governatore. C’è poi la vicenda della “collega” Nicole Minetti: una vergogna…. Ma questa è tutta un’altra storia.
Ecco, l’obiettivo è che il prossimo anno si vada ad elezioni regionali anticipate abbinate a quelle nazionali e che Lega  e destra siano sconfitte dal voto dei lombardi che, credo, hanno voglia di cambiare aria.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Acqua: dopo un anno e mezzo Pdl e Lega d’accordo con le nostre richieste

E’ stata approvata oggi, martedì 31 luglio 2012, dal Consiglio regionale lombardo, la proposta di risoluzione in tema di servizi idrico integrato dopo che da oltre un anno sollecitavamo la maggioranza a prendere posizione sulla questione.
Diamo perciò un giudizio positivo sulla risoluzione perché sicuramente va nella giusta direzione, ma non possiamo non sottolineare che si arriva sulle nostre posizioni dopo un anno e mezzo che andiamo ribadendole e che sollecitiamo maggioranza e Giunta in questa senso.

Tra Commissione Risorse idriche e Aula, dei sei emendamenti presentati dal Gruppo ne sono stati approvati tre: l’impegno concreto della Giunta regionale rispetto a questi temi e non un aleatorio ‘invito’ a occuparsene; i tempi certi per l’approvazione dei piani d’ambito, nei quali sarà inserita l’importantissima programmazione degli interventi infrastrutturali (entro il 31 dicembre 2012); la convocazione di una plenaria di tutti i soggetti interessati. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | 5 commenti

Respinta la sfiducia a Formigoni: vittoria di Pirro, stupefacente la rimozione dei loro problemi

Lega e PdL hanno deciso di riconfermare la fiducia al presidente Formigoni e ora si inorgogliscono per una vittoria di Pirro basata unicamente sugli scontati rapporti di forza in Consiglio regionale. È stupefacente la rimozione e la sottovalutazione di tutti i problemi di questa amministrazione regionale da parte degli esponenti della maggioranza. Formigoni e i suoi hanno deciso di tirare a campare e se ne assumono la responsabilità, ma così non fanno altro che allargare il solco che separa il palazzo dai cittadini lombardi.
Questo è il commento del Segretario regionale del Pd Maurizio Martina sulla sfiducia a Formigoni che è stata respinta oggi, mercoledi 6 giugno 2012, in Consiglio regionale, votata da tutte le forze di opposizione.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento