Archivi tag: Milano-Cremona-Mantova

Linea Milano–Cremona–Mantova: non si butti la croce dei ritardi solo sui lavoratori

Apprendiamo con favore la volontà dell’a.d. di Trenord Farisè di rivedere il contratto di lavoro dei macchinisti per rimediare alla clausola che invece di premiare la puntualità incoraggia i ritardi: come denunciato dalla CGIL pare che alcuni macchinisti abbiano ritardato appositamente i treni per incassare uno stipendio maggiore.

Ma non bisogna buttare la croce di un sistema inefficiente solo sui lavoratori.
Attendiamo di conoscere nel dettaglio la vicenda e capire gli sviluppi ma non vorremmo che i problemi di una linea subissata da ritardi e cancellazioni per evidenti problemi infrastrutturali siano sulle spalle di singoli macchinisti. Ci aspettiamo la stessa tempestività dimostrata in questa occasione, Trenord la avesse anche in interventi annunciati già due anni fa e che ancora oggi non sono accompagnati da un crono programma. Ci riferiamo all’eliminazione dei passaggi a livello e al raddoppio della linea che se messi in atto risolverebbero non pochi problemi.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Disagi sulla linea Milano– Cremona–Mantova: la misura è colma

binariUn’ora e 39 minuti di ritardo. Ieri lungo la linea Milano–Cremona, e più precisamente sul treno n. 2663, i numerosi pendolari sono rimasti in balia di Trenord per ben tre ore. Questo è solo l’ultimo caso di inefficienza che si registra quotidianamente lungo la linea Milano–Cremona–Mantova. La misura è davvero colma, la Regione deve iniziare ad affrontare seriamente la questione e invertire il trend negativo che da sempre caratterizza il Sud Lombardia.

Nonostante l’immissione di due nuovi treni, come si può ben notare, la situazione non è affatto migliorata; è più che evidente che non è così che si affronta seriamente il problema della mobilità e del servizio ferroviario in Lombardia. Serve un progetto ampio e lungimirante che al momento non è nemmeno abbozzato. Siamo fermamente convinti che un rinnovamento deve passare necessariamente attraverso la messa a bando del servizio che porti alla previsione di rinnovo dei due terzi della flotta, cioè 200 treni. La Giunta invece è sorda ai richiami, non dico nostri, ma di tutti i pendolari e gli enti locali che si trovano ad affrontare quotidianamente quelle che ormai non sono più nemmeno emergenze. Vorrei poter discutere di tutto questo quanto prima in una riunione del “Quadrante ferroviario”. Chiedo pertanto all’assessore regionale Cavalli di indìre un Tavolo questa volta però da tenere sul territorio, a Cremona, e non come solitamente avviene a Palazzo Lombardia. Mi auguro che il tutto venga fatto in maniera concordata con i sindaci e i pendolari onde evitare che si ripeta quanto successo l’ultima volta quando mancavano i diretti interessati.

Anche il Comune di Cremona ha scritto nei giorni scorsi una lettera all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alberto Cavalli e al presidente Maroni per chiedere un incontro sul tema. Il problema è grave e come tale va affrontato coinvolgendo gli interlocutori a tutti i livelli. Il Comune di Cremona si è fatto promotore di incontri sul tema con gli amministratori delle città capoluogo delle province limitrofe. Adesso attendiamo una risposta dalla Regione per concordare azioni mirate e condivise. Auspichiamo che arrivi quanto prima.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Linea Milano–Cremona–Mantova: quando verranno eliminati i passaggi a livello e fatto il raddoppio del binario?

binariCon una conferenza stampa tenuta questa mattina al Pirellone, noi del Gruppo Regionale del Pd abbiamo presentato il nostro piano della mobilità in alternativa alla gestione “insoddisfacente” della Giunta Maroni. Con il nostro piano della mobilità sfidiamo l’assessore Cavalli e il governatore Maroni: è un vero e proprio programma di legislatura lungimirante che guarda da qui a vent’anni.

La regione ha deciso senza confrontarsi con la commissione competente di rinnovare il contratto di servizio a Trenord allo stesso prezzo, ovvero 400 milioni di euro, e senza chiedere particolari modifiche nella gestione nonostante questa sia insufficiente. Apprezziamo il mea culpa fatto questo pomeriggio in commissione dall’assessore, da Trenord ed Rfi che hanno ammesso la situazione disastrosa in cui versa la linea Milano–Cremona–Mantova ma adesso vogliamo vedere i fatti.

Questa mattina è stato presentato alla stampa il protocollo d’intesa tra Regione ed Rfi si tratta di interventi annunciati già due anni fa e che ancora oggi non sono accompagnati da un crono programma. Noi vogliamo sapere quando verranno eliminati i passaggi a livello e in quanti anni si farà il raddoppio della linea. Anche oggi pomeriggio a domanda diretta non abbiamo avuto una risposta chiara.

Tre i punti principali della “riforma” che abbiamo proposto Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Regione trovi urgentemente soluzioni per migliorare il servizio ai pendolari

treno a cremaLungo la direttrice Milano–Cremona–Mantova, classificata tra le 10 linee ferroviarie peggiori d’Italia, si continuano a registrare pesanti ritardi: questa settimana per la seconda volta consecutiva il treno numero 2650, in partenza da Cremona alle 7.33, è arrivato a Milano con 41 minuti di ritardo a cui si aggiungono le soppressioni di alcuni treni sulla linea Cremona-Crema–Treviglio-Milano per il periodo natalizio. E’ una situazione che va affrontata con urgenza; ho inviato una lettera all’assessore Del Tenno per chiedere che si trovino delle soluzioni diverse e alternative rispetto a quelle adottate fino ad oggi che chiaramente non hanno dato i risultati sperati. Anche la Giunta non è soddisfatta del lavoro svolto sino ad ora da Trenord allora si prendano provvedimenti concreti.

Nella lettera chiedo formalmente all’assessore che siano convocati nelle riunioni dei quadranti anche i consiglieri regionali e che si migliori la comunicazione verso l’utenza. Le variazioni sulle linee ferroviarie non sono state comunicate ai pendolari. La situazione è già critica ma diventa ancor più insostenibile se gestita nel silenzio generale.

Condivido le parole concilianti dell’assessore Del Tenno che richiama alla responsabilità, alla collaborazione e all’impegno di tutti nell’affrontare le criticità; è proprio su queste convinzioni che mi auguro che vengano accolte le nostre sollecitazioni che da tempo, costantemente, rivolgiamo alla Giunta. Preciso che sono richieste e non strumentalizzazioni, rivolte e tese a migliorare, come primo obiettivo, il servizio ferroviario a favore dei pendolari e della mobilità pubblica più in generale.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il rapporto sui disservizi registrati nel fine settimana venga reso noto

Nella giornata di domenica si sono registrati nuovamente gravi ritardi nel sistema di trasporto ferroviario regionale causando non pochi disagi per i pendolari. Perciò ho scritto una seconda lettera, insieme a Giovanni Pavesi, consigliere regionale del Pd, all’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz, dopo quella inviata giovedì scorso nella quale si richiedevo di intervenire con una task force di manutenzione sui treni della linea Milano–Cremona-Mantova.
Rimaniamo stupefatti nel leggere le dichiarazioni dell’Assessore regionale ai trasporti Andrea Gilardoni tra l’imbarazzato, il dispiaciuto e il contrariato. Nello scusarsi con i pendolari, l’assessore ha assicurato che chiederà al più presto un rapporto dettagliato su quanto accaduto a Trenord. Bene, così come richiesto nero su bianco nella lettera, vorremmo essere messi anche noi a conoscenza dei reali motivi alla base dei disservizi. Ci auguriamo che si intervenga subito e si garantiscano tutte le verifiche necessarie affinché venga garantito il regolare servizio per i pendolari e gli utenti.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Disastro treni, Cattaneo venga a riferire in Commissione sui disagi della Milano-Cremona-Mantova

A nome di tutti i pendolari cremonesi chiedo all’assessore Cattaneo, con un’interrogazione che depositerò oggi in Regione, di venire in Commissione territorio a riferire in merito ai pesanti disagi che gli utenti della tratta Milano–Cremona–Mantova hanno dovuto subire in questi giorni.
Da dieci giorni l’Italia è interessata da un’ondata di maltempo eccezionale da tempo annunciata ma questo non può giustificare l’assoluta inadeguatezza del servizio ferroviario lombardo, già solitamente al di sotto degli standard, ma messo KO dal maltempo.
Trenord si è attivata in netto ritardo, solo il 6 febbraio,  per far fronte alla gelata distribuendo liquido antighiaccio sui treni regionali. Ma ormai un terzo delle soppressioni si era già verificato. Anche in altre regioni si sono registrati importanti disagi alla circolazione ferroviaria però sono stati riconosciuti gli errori di gestioni, ad esempio in Piemonte è stato annunciato un mese di abbonamento gratuito per ricompensare i pendolari. E qui in Lombardia? Cosa si è deciso durante il vertice convocato il 6 febbraio tra Trenord, i gestori della rete (RFI e Ferrovie Nord) Protezione Civile e Regione?
Innanzitutto vorremo avere un quadro generale delle soppressioni e dei ritardi registrati su tutte le linee lombarde nei mesi di gennaio e febbraio e conoscere il reale stato del materiale rotabile dopo la forte nevicata della scorsa settimana. Ma soprattutto quello che sta più a cuore ai pendolari: vogliamo conoscere i provvedimenti che Trenord intende mettere in campo per ridurre al minimo i disagi e andare incontro agli utenti ad esempio garantendo a tutti i pendolari lombardi l’abbonamento gratuito per il mese di marzo o in subordine riconoscere agli stessi un bonus straordinario. Sarebbe una risposta concreta ai disagi patiti in questi giorni.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento