Archivi tag: Legambiente

Domani a Pavia convegno su “parchi: dalla tutela del territorio allo sviluppo sostenibile”

“Parchi: dalla tutela del territorio allo sviluppo sostenibile. La nostra proposta per la nuova legge sulle aree protette” è il titolo del convegno, organizzato dal Gruppo regionale del Pd, con il Patto Civico per Ambrosoli, che si terrà domani, sabato 15 ottobre 2016, dalle 10 alle 13, nella sala del Broletto di Pavia.

I saluti introduttivi saranno portati da Massimo Depaoli, sindaco di Pavia, e Vittorio Poma, presidente dell’area vasta pavese. Al convegno interverrò insieme ai consiglieri regionali Laura Barzaghi e Michele Busi per la presentazione della proposta di legge sui parchi; Arturo Sergio Lanzani del Politecnico di Milano; Agostino Agostinelli, vicepresidente Ferderparchi nazionale; Marzio Marzorati di Legambiente; Giovanni Andrini, sindaco del Comune di Valverde e in rappresentanza del Plis del castello di Verde. Conclusioni affidate a Vittore Soldo, responsabile Ambiente Pd Lombardia. Modera Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd, capogruppo in VI Commissione Ambiente e componente della VIII Commissione Agricoltura.
Saranno presenti le associazioni ambientaliste, le categorie economiche e sociali, i sindaci e gli amministratori locali, i presidenti delle aree protette, professionisti e operatori interessati alla pianificazione e alla tutela del territorio.

La principale finalità della nostra proposta di legge è quella di favorire il passaggio per le aree protette da una funzione di esclusiva salvaguardia a una funzione di tutela e fruizione in sinergia con uno sviluppo sostenibile dei territori. Insomma, un’idea totalmente diversa da quella di semplice razionalizzazione della Giunta Maroni, che ora si trova persino in difficoltà e in impasse sulla propria proposta, ferma ancora una volta in Commissione Agricoltura. Invece, è assolutamente necessario valorizzare le peculiarità delle aree protette e favorirne un sistema integrato che preveda anche una razionalizzazione degli enti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Legge Parchi: rinviata ancora una volta

parco3Dopo l’ennesima frattura che sta portando a un nuovo impasse sul progetto di legge per la riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette si evince che l’assessore all’Agricoltura e la maggioranza sono dei “dilettanti allo sbaraglio”.

Dovevamo presentare gli emendamenti entro oggi ed eravamo anche pronti, invece, all’ultimo, hanno spostato la data a lunedì 17 ottobre. Quindi, hanno portato più avanti anche la discussione in Aula del provvedimento, finora calendarizzato per martedì 25 ottobre.

Non è la prima e non sarà l’ultima volta che accade un pasticcio del genere. Ma questo significa che le azioni non sono collegate a un progetto di sviluppo del territorio, un obiettivo preciso, a una strategia condivisa. Insomma, si viaggia a vista. Avevano già rinviato la discussione una volta: di fronte alla seconda data avevamo fatto notare che, dopo le audizioni, si rendeva necessario rivedere il progetto di legge. E nell’ultima seduta di Commissione abbiamo caldeggiato un ulteriore rinvio della trattazione in Consiglio. Invece, ci è stato risposto che non era necessario, come in una sorta di sfida. Salvo, poi, non solo ritrovarsi divisi con il resto del popolo ambientalista e che rappresenta le aree protette, ma anche al loro interno. Ecco perché li definisco dilettanti allo sbaraglio.

Ma non staremo certo a guardare: i nostri puntuali emendamenti sono pronti, ma abbiamo anche una proposta di legge alternativa che verrà presentata tra pochi giorni, sabato 15 ottobre, a partire dalle 10, nella sala del Broletto di Pavia, durante un convegno sul tema ‘Parchi: dalla tutela del territorio allo sviluppo sostenibile’. Tra i relatori, oltre a noi che siamo i proponenti, vi saranno Federparchi, Legambiente, il Politecnico di Milano e parteciperanno le associazioni ambientaliste, le categorie economiche e sociali, gli amministratori locali, i presidenti delle aree protette.

La prima finalità di questa legge, dovrà essere quella di favorire il passaggio per le aree protette da una funzione di esclusiva salvaguardia a una funzione di tutela e fruizione in sinergia con uno sviluppo sostenibile dei territori. Insomma, un’idea totalmente diversa da quella di semplice razionalizzazione della Giunta Maroni.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Basiglio: no alla cementificazione del Parco Sud

A Basiglio c’è il progetto di un operatore immobiliare facente capo alla famiglia Berlusconi, che vorrebbe cementificare, con 180.000 metri cubi di residenze, il limitare del Parco Sud di Milano.
Ha ragione Legambiente: questi sono proprio gli effetti della legge regionale sul consumo di suolo che noi abbiamo ampiamente contestato, ma non c’è stato verso di farsi ascoltare e rimediare.

La legge sul consumo di suolo voluta da Maroni e dal centrodestra lo consente. In più, la Regione, che predica bene e razzola male, ci mette del suo per peggiorare la situazione, nominando un commissario per andare avanti nel progetto.

Faremo azioni contro questa decisione: Maroni dovrà venire in Aula a spiegarci che cosa intende fare e se davvero vuole sacrificare ancora l’ambiente naturale lombardo per favorire la cementificazione e l’arricchimento di alcuni.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Melotta: ascoltate le associazioni

melottaSi è tenuta oggi, giovedì 30 ottobre 2014, in VI Commissione Ambiente del Consiglio regionale, l’audizione con Fai Cremona, Italia Nostra, Legambiente e Wwf sul Piano cave della provincia di Cremona. Ma il motivo dell’incontro era specificatamente legato all’ipotesi di cava nel Pianalto della Melotta, nel punto dove esiste un famoso geosito.

Le associazioni sono venute a denunciare una situazione che io conosco da sempre e che ho già portato all’attenzione del Consiglio regionale: intervenire con una cava in quell’area vuol dire andare a distruggere un territorio geologicamente unico e delicato e su un geosito tutelato dal Piano Territoriale Regionale.

Le associazioni hanno, poi, depositato agli atti una lettera del novembre 2012, firmata dall’allora presidente Formigoni e indirizzata al presidente provinciale Salini, in cui si dice espressamente che gli uffici regionali garantiscono la loro piena collaborazione per l’accompagnamento nel procedimento di variante urbanistica al Ptcp (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) del Pianalto della Melotta, e in cui Formigoni dice di apprezzare la condivisione che i Comuni ne fanno, ma in realtà Romanengo è sempre stato contrario.

A questo punto le strade da seguire sono due: se le associazioni lo ravvisano, devono adire le vie legali, come le ha invitate a fare il presidente di Commissione. Inoltre, per quanto riguarda il Piano cave, poiché sta per arrivare al vaglio del Consiglio, la Commissione Ambiente potrà senz’altro intervenire, verificare la situazione ed esprimere il suo parere.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Legambiente: Lombardia ha investito troppo poco sul trasporto ferroviario

“Il rapporto di Legambiente sul trasporto pendolare illustrato oggi alla stampa riporta tra gli altri un dato che purtroppo conferma quanto diciamo da tempo, e cioè che la Lombardia non finanzia adeguatamente il servizio di trasporto ferroviario. È un dato che se la Lombardia primeggia nettamente in Italia per numero di pendolari che utilizzano quotidianamente il treno, la nostra Regione è solo settima per stanziamenti: solo lo 0,27% del bilancio regionale è impegnato per il servizio in sé e per il materiale rotabile.”

Così il consigliere regionale del PD Agostino Alloni commenta il rapporto Pendolaria di Legambiente, presentato questa mattina a Milano.

“Abbiamo sempre detto che si poteva e si doveva fare di più e i dati di Legambiente lo confermano – conclude Alloni – anche perché la Lombardia ha il maggior bacino potenziale per il trasporto su ferro. Tra pochi giorni si discute il bilancio regionale e in quel momento il PD ancora una volta, confortato da questi dati, tornerà a chiedere che si investano più risorse per il trasporto pubblico”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento