Archivi tag: Giuseppe Biesuz

Caos treni, richiesta audizione straordinaria dell’assessore Gilardoni in Commissione Trasporti

Oggi, con i consiglieri regionali del PD, membri della Commissione Trasporti in Consiglio regionale, Franco Mirabelli, Stefano Tosi, Francesco Prina e Giuseppe Villani, Fabrizio Santantonio, Luca Gaffuri e Giovanni Pavesi ho scritto al presidente Rienzo Azzi con la richiesta di convocare con urgenza un’audizione dell’assessore regionale ai trasporti Andrea Gilardoni per relazionare in merito ai disservizi registrati in questi due giorni e sulle misure attivate per ripristinare la corretta operatività del servizio ferroviario regionale.
Siamo consapevoli che l’attività istituzionale del Consiglio regionale sta vivendo la fase di gestione ordinaria delle attività che solitamente prevede l’attenzione ai soli atti indifferibili ma i pesanti disagi vissuti dai pendolari in questi giorni e la vicenda che ha coinvolto l’Amministratore delegato di Trenord, Giuseppe Biesuz ci spingono a chiedere, con la massima urgenza, un’ audizione in Commissione V dell’assessore Gilardoni per avere deve delucidazioni su quel che è accaduto e  per conoscere gli strumenti messi in campo per ripristinare la gestione del trasporto ferroviario lombardo. Ci auguriamo che venga accolta la nostra richiesta.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il rapporto sui disservizi registrati nel fine settimana venga reso noto

Nella giornata di domenica si sono registrati nuovamente gravi ritardi nel sistema di trasporto ferroviario regionale causando non pochi disagi per i pendolari. Perciò ho scritto una seconda lettera, insieme a Giovanni Pavesi, consigliere regionale del Pd, all’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz, dopo quella inviata giovedì scorso nella quale si richiedevo di intervenire con una task force di manutenzione sui treni della linea Milano–Cremona-Mantova.
Rimaniamo stupefatti nel leggere le dichiarazioni dell’Assessore regionale ai trasporti Andrea Gilardoni tra l’imbarazzato, il dispiaciuto e il contrariato. Nello scusarsi con i pendolari, l’assessore ha assicurato che chiederà al più presto un rapporto dettagliato su quanto accaduto a Trenord. Bene, così come richiesto nero su bianco nella lettera, vorremmo essere messi anche noi a conoscenza dei reali motivi alla base dei disservizi. Ci auguriamo che si intervenga subito e si garantiscano tutte le verifiche necessarie affinché venga garantito il regolare servizio per i pendolari e gli utenti.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Linea Milano–Cremona–Mantova: subito una task force di manutenzione dei treni

Anche questa mattina si sono registrati pesanti disagi sulla linea Milano-Cremona-Mantova: i pendolari sono stati costretti a viaggiare su due treni con un numero ridotto di carrozze, stipati come sardine e al freddo. Inoltre il treno dell’orario di punta, il n. 2650 delle 7.33, è giunto a Milano con ben 45 minuti.
Per questa ragione ho inviato una lettera all’indirizzo dell’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz per riportare la rabbia dei pendolari cremonesi e mantovani e chiedere di rivedere il servizio ferroviario delle linee del sud Lombardia, perché così non si può più andare avanti.
Gli innumerevoli disagi vissuti costantemente dai pendolari cremonesi devono far interrogare chi gestisce il servizio ferroviario lombardo basta con la politica degli annunci se poi il servizio offerto rimane sempre sotto gli standard di qualità. Settimana scorsa con una pomposa conferenza stampa sono state annunciate più corse e la possibilità di dotarsi di nuovi strumenti per caricare gli abbonamenti. Con molta onestà crediamo che si debba pensare prima al trasporto dei pendolari, che ormai in Lombardia sono più di 700.000 al giorno, e poi all’invenzione di nuovi prodotti e nuovi servizi. Occorrerebbe domandarsi se davvero dal punto di vista della qualità del servizio, della  manutenzione e dell’assistenza ai clienti si stiano facendo quei passi in avanti che puntualmente la Regione annuncia ma che non trovano riscontro nella realtà.
Se le direttrici del Nord Lombardia si possono permettere di avere locomotori, carrozze nuove, e treni veloci, il sud Lombardia merita pari trattamento. Su questi presupposti chiedo di intervenire con una task force di manutenzione dei treni che attualmente circolano lungo la direttrice Milano–Cremona–Mantova, fare il punto sul sovraffollamento già più volte segnalato e verificare la situazione critica su tutte le altre linee cremonesi, comprese la linea Cremona-Brescia e Cremona-Fidenza.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento