Archivi tag: discarica

Cappella Cantone: dopo il Consiglio di Stato, la giunta scriva la parola fine

Avevamo ragione noi del Pd! La sentenza del Consiglio di Stato dà torto a Regione Lombardia e Cave Nord e ragione a chi la discarica di amianto in mezzo ai campi e le coltivazioni non la voleva. A partire dall’azienda che ha insistito nei ricorsi finché l’ultimo grado ha sancito la cancellazione del sito da Cappella Cantone.

L’avevo appena detto: ormai nessuno, sul territorio, vuole più quella discarica. Nemmeno il sindaco di Cappella Cantone che, in un primo tempo, si era detto favorevole. Nemmeno la Provincia di Cremona o i Comuni vicini, tra questi, Cremona.

Allora forse è il caso che l’assessore all’Ambiente Terzi e Regione Lombardia prendano definitivamente atto della cosa e, come li ho invitati a fare in una lettera spedita già da qualche giorno, revochino ufficialmente e definitivamente l’Autorizzazione Integrata Ambientale.

E dunque, adesso la Giunta deve scrivere, una volta per tutte, la parola fine, almeno sul piano amministrativo, a una vicenda veramente brutta, da qualsiasi punto di vista la si voglia vedere.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Cappella Cantone, inviata una lettera all’assessore Terzi

L’ho detto e l’ho fatto: ho inviato la lettera all’assessore regionale all’Ambiente Terzi in cui chiedo di ripensare alle autorizzazioni relative alla discarica di amianto di Cappella Cantone. La situazione è radicalmente mutata: nessuno più sul territorio vuole quell’impianto. Invito la Regione a ripensarci.

Nei giorni scorsi il sindaco del Comune di Cappella Cantone, che, è bene ricordarlo, è lo stesso che a suo tempo aveva dato parere favorevole all’impianto, ha dichiarato pubblicamente la propria contrarietà alla localizzazione della discarica e questa presa di posizione ha fatto seguito ad identica dichiarazione di contrarietà della Provincia di Cremona e dei Comuni vicini, tra questi, Cremona con il suo sindaco.

Insomma, tutte le istituzioni hanno espresso contrarietà alla localizzazione, andando nella direzione auspicata dal territorio. Credo quindi che sia opportuno verificare, da parte dei suoi uffici, l’avvio del procedimento di revoca della Autorizzazione Integrata Ambientale a suo tempo concessa e al momento sospesa a seguito della vicenda giudiziaria connessa. Questo potrebbe riportare tranquillità e fiducia nelle istituzioni in un territorio che ha vissuto momenti di grande conflittualità.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Cappella Cantone: regione Lombardia revochi l’aia

Per Cappella Cantone è tempo di ripensamenti. Il comune di Cappella Cantone oggi non vuole più, come in un primo momento, la discarica di amianto. Perciò, davanti a un fronte compatto che vede ormai schierarsi anche la Provincia di Cremona, forse è il caso che Regione Lombardia ci ripensi e intervenga.

Il modo che il presidente Maroni e il suo assessore all’Ambiente Terzi hanno per modificare la situazione è molto semplice: li invitiamo ufficialmente a valutare l’avvio di un procedimento di revoca dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia) concessa, che è il livello su cui l’ente regionale può intervenire. E lo faccia subito: prima del pronunciamento del Consiglio di Stato.
In questo senso sarebbe opportuno che il sindaco di Cappella Cantone formalizzasse per iscritto la richiesta di un nuovo parere che permetta di ripartire con la procedura.

È chiaramente una scelta politica, ma che va nella direzione auspicata dal territorio e, a questo punto, da tutte le sue istituzioni.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Rifiuti: da Cremona un progetto pilota per tutta la Lombardia

Andare verso la dismissione progressiva di inceneritori e discariche. Riciclando anche i rifiuti che sono già stati trattati, ma in una logica industriale che crea persino occupazione. E’ questa la sintesi del lungo e dettagliato intervento dei tre amministratori della Provincia di Cremona (Maria Grazia Bonfante, capogruppo consiliare di Vescovato, Guido Ongaro, vicesindaco di Madignano, Ferruccio Rizzi, capogruppo consiliare di Casalmorano) che oggi, giovedì 3 ottobre 2013, sono stati ascoltati in audizione in VI Commissione Ambiente del Consiglio Regionale. I consiglieri presenti hanno conosciuto così da vicino il progetto “Amali: rifiuti = risorse” che intende sovvertire l’idea di gestione integrata dei rifiuti della provincia di Cremona, che è comunque il territorio lombardo con la più alta percentuale di raccolta differenziata, effettuata attraverso il sistema porta a porta.

Apprezzo molto questo progetto, che in parte conoscevo già. E per come è strutturato, per l’idea che lo sottende, non deve essere solo pensato per un singolo territorio provinciale, ma potrebbe diventare un progetto pilota da estendere poi a tutta la regione.
Per questo motivo ho chiesto al presidente di Commissione di trasferire il materiale illustrativo all’assessorato regionale all’ambiente perché ne tenga conto nella stesura del piano regionale dei rifiuti di prossima approvazione.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , | 1 commento

La Provincia di Cremona elimina i geositi

L’area del Pianalto è una zona ad alto valore scientifico e ambientale, un unicum a livello gelogico e il Presidente della Provincia di Cremona Salini, con la sua giunta, ha fatto una forzatura per permettere la creazione in questi luoghi di cave e discariche, a dispetto dell’ambiente e rispetto all’alto valore dell’area.
Per questa ragione lunedi con il Pd cremasco, di Soncino e Romanengo abbiamo presentato un documento, sottoscritto anche da un centinaio di cittadini, per la maggior parte residenti nei paesi interessati dal Pianalto della Melotta, col quale abbiamo chiesto alla Provincia di stralciare il giacimento e i poli estrattivi previsti sul Pianalto di Romanengo-Melotta, ma senza successo: il Consiglio provinciale a Cremona ha adottato con i voti di Lega, Pdl, Udc, Torchio e Biondi la variante al Piano territoriale; la combinazione del Ptcp con il nuovo Piano Cave, deciso 2 mesi fa, elimina di fatto i geositi. Il Pianalto della Melotta di Romanengo può ora ospitare cave e discariche. Sommergiamo la Provincia di osservazioni e proteste. Tutte le associazioni ambientaliste cremonesi, Il Pd e 100 cittadini di Soncino e Romanengo lo hanno già fatto!

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Cava Vailata: Pdl e Lega bocciano la mozione contro la discarica

Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato, a maggioranza, la mozione del Gruppo del Partito democratico, di cui sono firmatario, sulla contrarietà alla discarica di cemento amianto di Cava Vailata, in Comune di Treviglio. Nel documento si ricordavano le criticità più evidenti, ad esempio, l’interferenza con il pianto territoriale della Provincia di Bergamo, che prevede nell’ambito dell’ex cava un ambito di valorizzazione, riqualificazione e progettazione paesaggistica; il contrasto con i livelli di falda di progetto; il mancato rispetto del Piano regionale per la gestione dei rifiuti che prevede una distanza minima tra il primo strato di impermeabilizzazione e l’altezza massima della falda; l’interferenza con la realizzazione della Brebemi e della Tav.
La mozione chiedeva al Consiglio regionale di esprimere la propria contrarietà all’ipotesi di previsione della discarica e impegnava la Giunta ad assumere tutti gli atti necessari affinché questa ipotesi venisse definitivamente scongiurata.
Ma la maggioranza Pdl-Lega ha deciso di non approvare la richiesta, bocciando la mozione.

Era l’occasione da parte del Consiglio regionale di bloccare l’operazione Cava Vailata per il conferimento e lo smaltimento di amianto, a fronte soprattutto del fatto che non vi è un piano di governo per lo smaltimento di rifiuti speciali, amianto compreso, che possa essere davvero e seriamente governato e possa mettere in sicurezza i territori nei quali queste eventuali discariche verrebbero insediate. La bocciatura di questa mozione va anche contro la volontà delle comunità e delle amministrazioni comunali di Treviglio e dei comuni confinanti di Casirate e Calvenzano – che hanno annunciato ricorso al Tar –, al contrario di quanto sostenuto in Aula dall’assessore al Territorio e urbanistica Belotti. Sappiamo benissimo anche noi che la necessità di trovare soluzioni allo smaltimento del cemento amianto è forte, ma senza un piano di controllo coordinato e sorvegliato non vediamo la necessaria sicurezza.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Cappella Cantone, insediata commissione d’inchiesta in Consiglio regionale

Nel primo pomeriggio di oggi in Consiglio regionale è stata insediata la Commissione d’inchiesta per le “Procedure autorizzative della discarica di amianto nel Comune di Cappella Cantone”. Su proposta delle minoranze è stato nominato presidente Francesco Patitucci dell’Italia dei valori (candidatura appoggiata anche dalla maggioranza) il quale ha ottenuto 52 voti, tre le schede bianche. Vice presidente Roberto Alboni del Partito delle libertà eletto con 39 voti, 16 le schede bianche. La carica di segretario è andata invece a Claudio Bottari della Lega Nord che ha ottenuto 50 voti, 5 le schede bianche.
Finalmente è stato superato un empasse istituzionale imbarazzante mi congratulo con Patitucci per la nomina di presidente ma al contempo mi auguro che convochi in breve tempo la prima seduta di lavoro. Si è già perso troppo tempo prezioso.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , | 1 commento

Amianto: confronto con la Regione per un’alternativa alla discarica di Cappella Cantone

Ci sarà un confronto tra la posizione del Pd in Consiglio regionale e l’assessorato al Territorio di Regione Lombardia, domani sera, venerdì 18 maggio 2012, a Soresina, in sala V. Gazza, nelle scuole di via Matteotti 5, dalle 21, durante l’incontro “Amianto: quale futuro? Quale smaltimento possibile tra discarica e impianti industriali?”, organizzato dal Circolo locale del Partito Democratico.
Insieme a me interverranno, infatti, oltre a Giuseppe Monfrini, sindaco di Soresina, e Marco Ghirri, segretario provinciale del Pd e Daniele Belotti, assessore regionale a Territorio e urbanistica.

Se il tema è essere pro o contro la discarica di Cappella Cantone, domani sera si discuterà delle possibili alternative, non solo a quel sito, ma al tipo di smaltimento stesso. E se la nostra proposta va verso una scelta più industriale, posso dire che da tempo con l’assessore Belotti ci stiamo confrontando su questo. Domani sera sarà interessante per tutti conoscere le novità sul futuro di Cappella Cantone.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Amianto: quale futuro?

Venerdi 18 maggio alle ore 21, nella Sala “V. Gazza” presso le scuole di via Matteotti 5, parteciperò ad un incontro dal titolo:

AMIANTO: QUALE FUTURO?
Quale smaltimento possibile tra discarica e impianti industriali

insieme al sindaco di Soresina Giuseppe Monfrini e all’assessore regionale Territorio e Urbanistica Daniele Bellotti.

L’incontro sarà introdotto dal membro della segreteria provinciale PD Marco Ghirri

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Regione Lombardia chiede la via per Cappella Cantone, ma l’autorizzazione alla discarica deve ripartire da zero

L’area di Cappella Cantone dove Regione Lombardia vuole autorizzare una discarica di amianto e la Magistratura ha detto stop con le indagini, dovrà essere sottoposta a Valutazione di impatto ambientale. Lo dice un decreto che ha emesso la stessa direzione regionale della tutela dell’ambiente, pubblicato ieri sul Bollettino ufficiale della Regione, e intitolato ‘Verifica di assoggettabilità alla procedura di Via regionale, ai sensi dell’art. 20 del d.lgs. n 152/06 e s.m.i., della variante al progetto di gestione produttiva dell’Ate g12, sito in località Cascina Retorto del Comune di Cappella Cantone’.
 
Si tratta del recupero della parte di territorio sottoposto a cavazione e poiché supera i 20 ettari è obbligatorio che venga fatta la Via. Quello che ci stupisce è che nello stesso decreto venga data per scontata la discarica di amianto e la relativa Autorizzazione integrata ambientale (Aia) quando sono in corso delle indagini che potrebbero ribaltare completamente la situazione.
Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento