Archivi tag: Cattaneo

Pesca di frodo: approvata la risoluzione di contrasto al fenomeno

L’VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale ha votato questo pomeriggio, all’unanimità, la risoluzione presentata dal Gruppo del Pd, di cui sono firmatario, contro la pesca di frodo nel fiume Po e nei laghi di Mantova. Ora il presidente della Commissione trasmetterà il documento approvato urgentemente al Presidente del Consiglio Cattaneo affinché inserisca il punto all’ordine del giorno della seduta di martedì 7 luglio, dedicata agli atti di sindacato ispettivo.

Siamo molto soddisfatti della celerità con cui tutti i colleghi hanno deciso di affrontare il tema, dando spunti interessanti, e soprattutto votare la risoluzione. E in effetti non c’è più tempo da perdere: il fenomeno è diventato troppo massiccio e preoccupante per rinviare ancora un impegno a intervenire anche da parte di Regione Lombardia.

In sede di dibattito sono state proposte dai consiglieri diverse soluzioni, alcune delle quali si potranno meglio analizzare nell’ambito dell’esame, in Aula, della legge sulla riforma delle autonomie locali, ma intanto bisognava mettere dei punti fermi per poter agire.

E la risoluzione impegna, dunque, la Giunta a prevedere un inasprimento delle sanzioni amministrative ed accessorie che fungano da efficace deterrente nei confronti dei pescatori di frodo, valutando l’opportunità di procedere anche al sequestro amministrativo e all’eventuale confisca degli autoveicoli e dei natanti utilizzati, in aggiunta a quello, già previsto, degli strumenti e delle reti; a valutare la possibilità di ridurre i canoni di concessione applicati dalla Regione Lombardia anche attraverso la stipula con gli operatori fruitori del fiume, di apposite convenzioni, dove in cambio di un canone ridotto, si possa concordare l’installazione, sulle strutture galleggianti di loro appartenenza, di sistemi di video-sorveglianza con la registrazione dei dati nel tempo visualizzabili a distanza; a promuovere il coinvolgimento degli interessati in modo da coordinare interventi efficaci di controllo sulle rive dei fiumi/laghi interessati dal fenomeno quali ad esempio l’obbligo della registrazione delle persone che si apprestano a mettere in acqua la propria imbarcazione in prossimità delle strutture di alaggio e la chiusura delle rampe di accesso al corso d’acqua nelle ore notturne, visto che spesso la refurtiva viene allontanata via terra con furgoni che arrivano al fiume proprio attraverso le strade golenali.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Parco tecnologico padano: Fava smentisce la sua giunta

ptpSarà anche un giudizio personale, ma è ben strano che un assessore della Giunta Maroni sconfessi così apertamente la posizione del suo esecutivo.
I fatti sono noti: Fava si è lasciato andare a giudizi ben poco lusinghieri sulla struttura e sul suo management, provocando le dimissioni del professor Francesco Salamini dalla carica di vice presidente della Fondazione e dalla presidenza del Comitato scientifico della medesima fondazione.
Con l’interrogazione volevamo capire su che base l’assessore esprimeva questi giudizi e che cosa intende fare del Ptp Regione. Fava ha confermato il suo parere ‘scadente’ non solo sull’attività amministrativa, visto che avanzava come motivazione problemi di bilancio, ma anche scientifica. Cosa che ci lascia ancora più senza parole per diversi motivi, ma tutti rivolti al fatto che la Giunta di cui Fava fa parte non la pensa certo allo stesso modo.
Nella parte relativa a ‘Ricerca e innovazione’ si precisa che ‘Occorre promuovere le realtà e i soggetti che maggiormente favoriscono l’innovazione e le ricadute della ricerca sulle imprese. Un’attenzione particolare sarà data al Parco Tecnologico Padano’. Concetti piuttosto chiari, messi nero su bianco e appena approvati dalla maggioranza Lega-Pdl. Non solo: proprio giovedì scorso una delegazione del Consiglio Regionale, guidata dal presidente Cattaneo, assieme a consiglieri della maggioranza, ha visitato Lodi e, parole loro, ‘alcuni centri di eccellenza tra cui il Parco Tecnologico Padano’. Non credo, quindi, che sia corretto il comportamento di un assessore che smentisce in modo plateale le posizioni dell’esecutivo e della coalizione di cui fa parte.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , | 1 commento

Maltempo: approvata la nostra mozione

agricoltura2Il Consiglio regionale della Lombardia ha votato oggi, martedì 11 giugno 2013, all’unanimità, la mozione urgente che il Gruppo regionale del Pd ha presentato il 21 maggio e che ora è stata rivista, aggiornata e sottoscritta da tutti i gruppi consiliari, sui danni del maltempo in agricoltura, la cui stima si aggira sul miliardo di euro.
Il documento – l’unico presentato fino a oggi in materia – impegna la Giunta regionale a seguire con la massima attenzione l’iter della procedura di dichiarazione dello stato di crisi; a richiedere al Governo, una volta ultimata la stima dei danni, la dichiarazione dello stato di calamità naturale e l’impegno a finanziare gli interventi a sostegno del settore; a verificare la possibilità di individuare, in occasione dell’assestamento di bilancio, eventuali risorse regionali aggiuntive da rendere disponibili per le province più colpite; ad assicurare un monitoraggio delle azioni poste in atto al fine di valutare ogni ulteriore intervento pubblico.
La mozione sarà, inoltre, trasmessa, dal presidente del Consiglio Cattaneo al Presidente Enrico Letta, al Ministro delle Politiche Agricole De Girolamo, ai presidenti dei due rami del Parlamento e a tutti i parlamentari eletti in Lombardia affinché sostengano le istanze provenienti da tutto il mondo dell’agricoltura.

Ringrazio l’assessore Fava, il presidente dell’VIII Commissione Agricoltura Fermi e tutti i consiglieri che la compongono perché hanno voluto cogliere lo spirito delle richieste del Pd depositate prima di tutto in Commissione. Una stagione di maltempo è diventata una questione seria per un settore che ha un fatturato da oltre 7 miliardi di euro l’anno, 50mila aziende e una produzione del 50% di bovini, suini, latte, cereali e mais italiani. E’ importante aver chiesto lo stato di crisi che comporta una serie di sospensioni per le aziende e se non c’è immediatamente un risarcimento, almeno si posticipano i pagamenti allo Stato e si possono attivare le procedure che permettono agli agricoltori di mantenere il diritto agli aiuti comunitari. E’ altrettanto importante l’anticipazione del 70% della Pac, ma nell’attesa della dichiarazione dello stato di calamità da parte del Governo, sarà fondamentale, nella variazione di bilancio di luglio, trovare risorse proprie, da integrare a quelle statali, per le province più in difficoltà, così come previsto dalla legge regionale 31 del 2008.

Ci tengo però a puntualizzare il comportamento della Giunta leghista: è vero che il 24 maggio è stata fatta una richiesta generica al Governo di attenzione per calamità naturale. E’ anche vero che la delibera formale che ha messo in moto la procedura è solo di venerdì scorso, 7 giugno, inserita nell’ordine del giorno della Giunta con procedura d’urgenza, cioè ‘fuori sacco’. E questo perché due province, Varese e Monza, non certamente di sinistra, non avevano ancora inoltrato la documentazione per deliberare lo stato di crisi e calamità. A dimostrazione che i nemici non sempre sono da ricercare fuori, ma spesso sono dentro e neanche te ne accorgi.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Al via la X Legislatura

Ieri, mercoledì 27 marzo 2013, c’è stata la seduta di apertura della decima legislatura della Regione Lombardia in cui è stato nominato il Presidente del Consiglio, Raffaele Cattaneo.
Come gruppo Pd abbiamo apprezzato le parole di apertura e dialogo di Cattaneo e del presidente Maroni e alle quali ribadiamo che avremo un atteggiamento di opposizione responsabile sui temi quali il lavoro, l’economia lombarda e le istituzioni e di opposizione rigorosa sulla trasparenza e sui singoli temi maggiormente esposti.

Dopo le belle parole aspettiamo di vedere i fatti.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Bilancio: nemmeno un euro per la riqualificazione delle stazioni

Degrado in una stazione fs

Degrado in una stazione

Questa mattina il Consiglio regionale ha approvato, con 42 voti favorevoli e 29 contrari, l’Assestamento al Bilancio 2012. Il Partito democratico con voto negativo ha bocciato la manovra finanziaria decisa dalla Giunta, grande delusione soprattutto per quel che riguarda il finanziamento al trasporto pubblico locale.
Quando in Aula mesi fa votammo la Riforma del trasporto pubblico locale l’assessore Cattaneo si era preso l’impegno, approvando per altro un nostro ordine del giorno, di reperire fondi in bilancio da destinare alla riqualificazione delle stazioni sottolineando l’importanza strategica in quanto punti di snodo ferro–gomma e fondamentali per l’intermodalità. Oggi, invece, sono stati respinti due nostri emendamenti che, sulla base di quella promessa, chiedevano rispettivamente di recuperare 5 milioni di euro a sostegno degli investimenti dei piccoli comuni e 20 milioni di euro per il finanziamento di progetti di riqualificazione delle stazioni ferroviarie, già pronti ma che necessitano di risorse, in modo tale da farle divenire quell’effettiva interfaccia tra le diverse modalità di trasporto così come previsto dalla nuova legge sul tpl.
Gran parte della discussione in Aula è stata incentrata sull’allarme lanciato dall’assessore regionale Raffaele Cattaneo dovuto al taglio ai trasferimenti statali e le implicazioni per il trasporto pubblico locale. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lettera all’assessore Cattaneo sui continui disservizi sulla linea Cremona–Treviglio–Milano

Egregio Assessore Cattaneo,

ritorno a scriverLe in merito al tema del funzionamento dei treni dopo qualche mese di silenzio. In specifico riguardo la linea Cremona – Crema – Treviglio – Milano.

Stamane “il mio treno”, quello delle 7.21 da Crema è stato soppresso; il successivo delle 7.34 è partito con 12 minuti di ritardo ed è arrivato a Treviglio fuori orario per consentirmi di prendere la coincidenza da Verona. Insomma sono arrivato a destinazione con il sub-urbano per Varese (a Porta Garibaldi) dopo due ore e 20 minuti, giusto il tempo per arrivare in ritardo alla riunione della Commissione consiliare.

Ma non è questo che Le volevo far presente. Spero si tratti di “un incidente”!!!

Stamane mi hanno nuovamente scritto i “colleghi” pendolari del comitato “Viaggiare con dignità” che mi hanno di nuovo fatto presente il problema del treno 10483 delle 18.40 da Garibaldi a Cremona (via Treviglio–Crema). Dall’inizio dell’orario invernale il treno accumula un ritardo medio giornaliero di 30 minuti, con punte di un’ora. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Paullese: rispettato il crono programma ma manca il collegamento tra la parte cremasca e quella milanese

Oggi pomeriggio l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, partecipando alla seduta della commissione V in Consiglio regionale, ha relazionato in merito allo stato dell’arte delle infrastrutture stradali e ferroviarie in vista di Expo 2015. Per quanto concerne la Paullese l’assessore ha confermato che il tratto in direzione Milano, lungo poco più di 5 chilometri , è stato realizzato per l’80% e che la consegna è prevista per il prossimo mese di luglio. I 7 chilometri del tratto cremasco, invece, sono ancora a metà dell’opera, al 55%, e saranno completati entro fine anno, mentre le opere complementari verranno ultimate entro aprile 2013.
E’ una buona notizia, è stato rispettato perfettamente il crono programma. C’è un però: una volta completata tutta la Paullese rimane in sospeso il problema del collegamento tra la parte cremasca e quella milanese all’altezza di Spino D’Adda. Continuo ad insistere sulla necessità di imbastire un progetto esecutivo che guardi in questa direzione e soprattutto bisogna trovare le risorse necessarie per far ciò.
Cattaneo nella sua relazione ha informato i commissari che i treni ad alta velocità della linea Treviglio Brescia, una tratta lunga circa 57 chilometri , sarà inaugurata nell’aprile 2016. Inoltre ha riferito che lo studio di sistemazione a corrente libera del Po, che potrebbe favorire la navigazione per oltre 300 giorni l’anno, è stata consegnata pronta lo scorso mese di aprile.
Vista l’urgenza di reperire risorse per ammodernare il servizio ferroviario ho chiesto all’assessore di finanziare con le compensazioni progetti innovativi legati al trasporto così come avevamo già richiesto in altre occasioni. L’assessore non ha escluso nessuna possibilità, noi continueremo ad insistere presentando un emendamento al testo.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Tutele per chi si reca al lavoro in bicicletta, approvata mozione bipartisan in Consiglio regionale

Maggiore tutela per chi si reca al lavoro in bicicletta riconoscendo l’infortunio in itinere: è questa la richiesta fatta alla Regione Lombardia attraverso una mozione bipartisan sottoscritta da PD, Udc e Lega approvata ieri all’unanimità durante i lavori d’aula del Consiglio regionale. Il documento, nello specifico, impegna la Giunta ad aderire alla petizione della Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) che chiede di equiparare, per il riconoscimento Inail, gli incidenti in bicicletta nel tratto casa – lavoro a quelli incorsi in automobile.
Questa iniziativa va nella giusta direzione della mobilità sostenibile incentivando fortemente l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa–lavoro. Un significativo cambio di passo se si considerano le alte percentuali di Pm10 nell’aria. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Tem: secondo l’assessore regionale Cattaneo non sarà pronta entro Expo 2015

Con i tempi indicati oggi dall’assessore regionale Raffaele Cattaneo in commissione territorio del Pirellone, dove ha risposto a un’interrogazione mia, di Fabrizio Santantonio e Franco Mirabelli, è quasi certo che la Tem non sarà pronta in tempo per l’inizio di Expo 2015. Secondo quanto previsto da Cattaneo i lavori dovrebbero cominciare, se si concluderà positivamente e in tempi brevi un problema sorto tra Cipe e Corte dei Conti, a fine marzo. Il crono programma prevede che i cantieri chiudano dopo 1295 giorni, e all’inizio delle manifestazioni di Expo ne mancano oggi solo 1168. L’inaugurazione della Tem, se tutto andasse per il meglio, avverrà dunque quasi sei mesi dopo il taglio del nastro delle manifestazioni.

Una seconda novità, appresa dalle parole dell’assessore, è che ancora oggi non esiste un impegno economico per la realizzazione di opere fondamentali per completare il quadro della mobilità legata alla realizzazione della Tem, ovvero il prolungamento delle linee M2 e M3 della metropolitana milanese. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Treni, l’assessore Cattaneo dice no al bonus straordinario

Stamattina in Commissione territorio, indetta in via straordinaria in Consiglio regionale, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo doveva riferire in merito ad un’interrogazione, presentata dal PD, sui pesanti disagi al servizio ferroviario regionale registrati nelle ultime settimane. Ma per motivazioni formali si è rischiato di discutere su interrogazioni presentate nel luglio scorso posticipando a data da destinarsi quella relativa all’emergenza treni. Dopo la fortissima insistenza da parte del Partito democratico e il buon senso del presidente di Commissione, si è proceduto alla discussione del testo del PD. L’assessore Cattaneo ha precisato che non verrà concesso alcun bonus straordinario ai pendolari lombardi in quanto i dati relativi la gestione del servizio ferroviario regionale nel complesso dimostrano un miglioramento di servizio rispetto al 2010.
Avevamo chiesto alla Regione di garantire ai pendolari un bonus straordinario per il mese di Marzo senza aspettare la pubblicazione degli indici di affidabilità. Ci sembrava una risposta dignitosa e corretta alle tante criticità emerse sulla linea Milano–Cremona-Mantova in queste settimane. Il quadro da lui delineato, invece, descrive una realtà parallela lontana anni luce dalla quotidianità che il pendolare affronta ogni mattina. Se si prendono in considerazione i dati nella loro totalità, senza fare distinzione tra le singole tratte, in media il servizio potrà risultare sufficiente. Ma invito l’assessore a sciorinare i dati presentati oggi ai pendolari delle tratte del quadrante sud della Lombardia: si renderebbe conto che l’efficienza lombarda non corre lungo quella direzione. La nostra insistenza nel discutere oggi del servizio ferroviario non è dovuta ad esigenze di visibilità, come afferma l’assessore, ma perché volevamo che venissero date risposte concrete e puntali ai pendolari. Risposte che sono comunque arrivate: Cattaneo ha promesso la sostituzione dei treni Vivalto con materiale rotabile più efficiente.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | 2 commenti