Archivi del mese: marzo 2015

Expo: ipotesi della Giunta di tagliare il servizio ferroviario

L’assessore Sorte venga a spiegarci cosa significa che nei sei mesi di Expo ci sarà una riduzione del servizio ferroviario di un milione di chilometri.

Solo poche settimane fa l’assessore prima e l’amministratore delegato Farisè poi ci avevano assicurato che il servizio sarebbe stato potenziato verso il sito espositivo senza però intaccare altre direttrici ferroviarie. Oggi scopriamo dalla stampa che nella Conferenza regionale del Trasporto Pubblico tenutasi giovedì scorso a Palazzo Lombardia con il comitato pendolari, l’assessore Sorte ha annunciato che sarebbe al vaglio della Giunta un piano di razionalizzazione temporanea del servizio ferroviario pari a un milione di chilometri per incrementare le corse destinate al sito Expo e lo spostamento di materiale rotabile, altrimenti insufficiente, per garantire il servizio verso il polo espositivo.

Una novità che quantomeno la Regione dovrebbe venirci a spiegare in tempi brevi visto e considerato che la riduzione dovrebbe entrare in vigore con il nuovo orario estivo il prossimo 26 aprile.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Poste: sospensione del piano primo passo

La sospensione del piano da parte di Poste Italiane è una prima buona notizia. Ora si può ragionare con più calma aprendo finalmente il tavolo che abbiamo richiesto fin dall’inizio della vicenda. Il servizio postale non può lasciare scoperti tanti territori periferici, costringendo i cittadini a ulteriori disservizi. Penso in particolare a Crema, dove la chiusura lascerebbe scoperto il quartiere più popoloso della città.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Mancano ancora le risorse per la lotta alle nutrie

Le esigue risorse (150mila euro) che erano state disposte dalla legge 32 approvata alla fine del 2014 per il controllo e l’eradicazione delle nutrie, risultano non essere ancora state stanziate.

Si tratta di una grave mancanza che contribuisce alla continua proliferazione degli animali sul territorio lombardo. Per questo abbiamo appena scritto agli assessori competenti affinché queste risorse vengano prontamente erogate alle Province. Poi, considerato che il problema appare di grave soluzione chiediamo anche che per il 2015 vengano erogate risorse sufficienti, ossia 450mila euro, somma che per altro era già in bilancio per il 2014, prima della modifica della legge nazionale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Maltempo: impegnata la giunta a sostenere subito i territori

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato stasera una mozione che chiede interventi dopo i danni portati dagli episodi di precipitazioni nevose di febbraio nelle province di Cremona, Mantova e Brescia. In origine le mozioni erano due, ma su mia richiesta sono state unificate.

Si poteva fare di più, ma sono comunque soddisfatto dell’impegno che abbiamo chiesto alla Giunta: da un lato si attiverà per ottenere lo stato di calamità naturale, dall’altro verificherà, nelle disponibilità di bilancio, come sostenere i territori colpiti dagli eventi. E di fatto un intervento diretto della Regione è, in questo momento, la soluzione migliore, sia per quanto riguarda i danni alla viabilità che quelli alle infrastrutture.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Poste: stop alla riorganizzazione non condivisa

Voto unanime alla risoluzione che chiede di sospendere il piano di riorganizzazione delle poste in Lombardia. Il testo, che era stato approvato congiuntamente dalla Commissione I e IV la settimana scorsa, chiede alla Giunta Maroni, di intervenire, nei confronti del Governo, al fine di scongiurare la chiusura di 61 uffici (prevalentemente in comuni sotto i 5000 abitanti o in frazioni di comuni più grandi) e la razionalizzazione di altre 121 sedi, nella nostra regione. In più chiede, appunto, di mettere tutti gli interlocutori attorno ad un tavolo.

La Lombardia ha un territorio diversificato ed eterogeneo. C’è stata una totale  sottovalutazione dell’impatto che questo piano avrebbe, sia dal punto di vista occupazionale e territoriale, soprattutto in quei territori dove mancano servizi bancari, collegamenti stradali e vi è una desertificazione commerciale.

Il Piano non è stato condiviso con le rappresentanze sindacali, né con le autonomie locali. Per questo chiediamo un immediato intervento da parte della Giunta, affinché intervenga presso il Governo al fine di sospendere il piano di riorganizzazione e, contestualmente, chiediamo l’immediata apertura del tavolo regionale alla presenza di Anci, delle rappresentanze dei lavoratori e dei consumatori, con Poste Italiane al fine di intervenire sulle criticità. La risoluzione va esattamente in questa direzione, per questo l’abbiamo votata convintamente.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Sagre: una buona risoluzione

Abbiamo votato a favore sulla risoluzione di regolamentazione delle manifestazioni di carattere temporaneo come sagre, fiere e feste, accompagnate da attività di somministrazione di alimenti e bevande, perché, dopo l’importante lavoro di modifica e correzione, non solo formale ma anche sostanziale dei contenuti, che abbiamo portato avanti come Pd in Commissione, troviamo che il testo sia ora condivisibile.

Principale scopo: limitare l’abusivismo. Serve un calendario condiviso delle manifestazioni. Questo consentirà infatti di verificare le manifestazioni che davvero hanno carattere di no profit. I requisiti degli organizzatori, assieme alla durata di ciascuna manifestazione consentiranno di gestire al meglio il fenomeno, molto diffuso nei nostri territori. Resta da approfondire il problema della semplificazione burocratica: questo è un aspetto che dovrà essere declinato dai successivi regolamenti.

Siamo comunque giunti ad un provvedimento molto più equilibrato e finalmente rispettoso delle prerogative delle amministrazioni comunali, veri soggetti deputati alla programmazione, organizzazione ed organizzazione delle manifestazioni sia per la vicinanza e migliore conoscenza del territorio, sia per il ruolo attribuito loro dal TUEL (testo unico enti locali). Il rischio poteva essere quello di penalizzare o peggio impedire la realizzazione di feste e sagre organizzate da associazioni di volontariato che contribuiscono a valorizzare il territorio e le sue tradizioni locali, senza tralasciare il grande valore sociale ed aggregativo delle stesse.

Pubblicato in Cultura e sport, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento