Archivi del mese: giugno 2014

Paullese: la Giunta mantenga gli impegni

paulleseDomani in Aula si discuterà la mozione che ho depositato in merito al finanziamento dei lavori di completamento della ex Paullese, tra Zelo Buon Persico e Spino D’Adda, e al conseguente prolungamento della Metropolitana da S. Donato. Ad oggi abbiamo notizie incomplete e contrastanti sul completamento di questa opera; sono ormai trascorsi 17 anni dall’approvazione del protocollo “Paullese” e molti soldi sono stati spesi per le diverse fasi del progetto e per altre opere viabilistiche connesse alla stessa ex statale. Nessuno parla più del prolungamento della M3 e si ha la netta sensazione che gli impegni presi e i soldi spesi per il progetto definitivo siano finiti nel nulla e questo sarebbe un grave errore anche in considerazione dell’ Expo.

Le richieste formulate attraverso la mozione sono sostanzialmente tre.

Chiediamo alla Giunta di riconvocare il tavolo dell’Accordo di Programma della TEEM per confermare, rafforzare e mantenere gli impegni presi sugli interventi di integrazione delle reti viarie, ferroviarie e metropolitane, finalizzate al potenziamento del sistema della mobilità nell’est milanese e nel nord lodigiano attraverso il prolungamento M3 fino a Paullo e Zelo Buon Persico. Inoltre chiediamo di riaprire il tavolo regionale sul trasporto Pubblico lungo l’asta Paullese già previsto dai diversi protocolli d’intesa fra i diversi Enti e di reperire le risorse necessarie per completare i due lotti dei lavori rimasti senza copertura finanziaria.

Parliamo del secondo lotto secondo stralcio dei lavori di raddoppio fino a Zelo Buon Persico e la successiva realizzazione del ponte sull’Adda, senza i quali si creerà un imbuto di traffico attorno agli abitanti dei due comuni interessati dall’opera. Occorrerà infine trovare le risorse locali necessarie per sbloccare il parere negativo della Corte dei Conti che consentano di richiedere l’indispensabile compartecipazione economica del Governo nazionale.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Diamo voce ai pendolari

I treni il Lombardia hanno dei problemi. Alcuni sono vecchi, altri sono nuovi ma viaggiano su linee con problemi mai risolti, altri hanno entrambi i problemi. Non tutte le linee sono uguali, ma su alcune la situazione è davvero al limite.
Noi del gruppo del Pd abbiamo deciso di dare voce ai pendolari, ai problemi, alle segnalazioni, alle proposte: per questo chiediamo a chi sia vittima di queste situazioni di darci una mano per far arrivare ben chiaro il messaggio, scrivendo all’hashtag #nonsolofrecce con un resoconto per immagini di quello che non va. Con una foto o meglio ancora con un brevissimo video in cui ci spiegate cosa non va nel vostro viaggio quotidiano casa-lavoro/studio.

Come farci avere foto e video:
- FOTO: potete postare su Facebook, Twitter e Instagram con tag pd_lombardia e hashtag #nonsolofrecce #pendolari #trenord
Oppure inviarci una mail a gruppopdlombardia@gmail.com
- VIDEO: registrate un breve video (va benissimo anche con smartphone o tablet) e inviatelo a gruppopdlombardia@gmail.com. In questo modo potremo raccoglierli e creare un video collettivo con tutte le vostre voci. (Se volete, oltre ad inviarlo per mail, potete anche postarlo sui nostri social network)

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità, Scuola, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Acqua minerale: bocciata la proposta di adeguamento dei canoni di imbottigliamento

bottiglia d'acquaIn seno alla discussione sul provvedimento 154 per la razionalizzazione degli interventi regionali in diversi ambiti, il Pd aveva presentato un ordine del giorno per aumentare le risorse a tutela della valorizzazione delle acque, per il miglioramento della qualità e per la realizzazione sul territorio lombardo di nuove case dell’acqua. La Lombardia, infatti, è, tra le regioni italiane, una di quelle con i canoni di imbottigliamento dell’acqua minerale più bassi, nonostante un indirizzo approvato dalla Conferenza delle Regioni che individuava orientativamente dei minimi entro i quali definire i canoni: da 1 a 2,5 per metro cubo imbottigliato, (mentre la Lombardia applica lo 0,90 per le bottiglie di plastica e l’1,20 per quelle di vetro), da reinvestire al fine di raggiungere uno stato ambientale sufficiente entro il 2015 e incrementare dunque gli investimenti su questa risorsa fondamentale.

La maggioranza ha bocciato il nostro ordine del giorno, di cui sono primo firmatario, per impegnare la Giunta ad aggiornare i canoni regionali di concessione per le acque minerali, a prevedere che il maggiore introito sia riscosso da Regione e utilizzato per spese di investimento e riqualificazione; ad assicurare, per il 2015, interventi per il miglioramento della qualità delle acque lombarde e contributi per la realizzazione sul territorio regionale di nuove case dell’acqua. Un’occasione sprecata.

Ad oggi, oltre il 50% degli introiti viene distribuito ai comuni che hanno le fonti, dei quali oltre la metà è concentrato tra le provincie di Bergamo e Brescia. Mentre l’ultimo monitoraggio triennale di ARPA Lombardia sullo stato della qualità delle acque lombarde evidenziava, purtroppo, criticità e bisogno di interventi urgenti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento

Il Consiglio Regionale in visita al carcere di Cremona

Questa mattina la Commissione Carceri del Consiglio Regionale ha fatto visita al carcere di Cremona. Una scelta saggia che ha permesso di toccare con mano le condizioni strutturali del penitenziario. La visita è stata fissata dopo la segnalazione dell’Asl di Cremona intervenuta in audizione alcuni mesi fa in Commissione che denunciava l’inagibilità di quattro edifici: due di questi saranno oggetto di intervento da parte del ministero mentre il primo piano della caserma delle guardie penitenziarie e l’edificio dell’isolamento necessitano ancora di un intervento manutentivo urgente. Ad oggi non si sa ancora se i lavori verranno fatti nonostante l’acqua piovana abbia intaccato le strutture portanti. E’ un bene che la Commissione abbia deciso di visitare la struttura prima riusciamo a sottoscrivere una risoluzione che impegni la Giunta ad occuparsi della questione e meglio è.

Presente alla visita anche il neo sindaco di Cremona Gianluca Galimberti interessato per i prossimi anni a sviluppare maggiore interazione tra l’interno e l’esterno del carcere.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Danone Casale Cremasco: l’azienda ritiri il provvedimento di chiusura

danoneNell’incontro pubblico tenutosi a Casale Cremasco sabato  scorso ho proposto di impegnare l’assessore regionale Melazzini, nella audizione che si terrà probabilmente giovedì 24 Giugno, a richiedere la sospensione del provvedimento di chiusura dello stabilimento di Casale Cremasco affinché l’eventuale trattativa di cessione del ramo d’azienda possa avvenire in condizioni meno drammatiche e con la spada di Damocle sulla testa dei lavoratori e delle loro famiglie. Per questo obiettivo la Regione potrà utilizzare la legge regionale n 11 sulla “competitività” che prevede anche risorse economiche proprio per mantenere attività industriali in analoghe situazioni sul territorio lombardo.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Danone: subito un’audizione in commissione attività produttive

danoneHo chiesto un’audizione urgente in IV Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale, sulla crisi che sta per abbattersi sulla sede della Danone di Casale Cremasco.

La richiesta nasce in vista della grave situazione occupazionale che si genererà in seguito alla annunciata chiusura dello stabilimento. Nella lettera, sottoscritta anche dai consiglieri Federico Lena (Lega) e Carlo Malvezzi (Ncd), chiedo al presidente di Commissione che siano ascoltate le parti sociali e datoriali coinvolte, nonché la proprietà dell’azienda stessa.

Con questo incontro speriamo di riuscire a capire se ci sono i margini per evitare un evento tanto dannoso per l’economia e soprattutto le popolazioni locali.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Porti fluviali: sono state accolte le nostre richieste

Sono state accolte le nostre richieste. La Gestione del porto fluviale di Cremona rimane in mano agli enti locali. La maggioranza ha convenuto con noi che la gestione deve rimanere alle province così come è prevista dalla legge regionale 27 dicembre 2006. Non sarebbe stato opportuno sia in termini logistici sia per la tempistica. Con l’abolizione delle province la regione avrebbe dovuto provvedere prima al commissariamento e poi alla ricerca di un soggetto terzo cui affidarlo. Quando entrerà in vigore il decreto Delrio si discuterà se i porti debbano rimanere in gestione agli enti di secondo livello.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento

Vivalto: serve una ‘cura da cavallo’ per le linee cremonesi

Oggi è arrivato un nuovo Vivalto lungo la Milano-Cremona-Mantova; ma non è con l’inserimento sporadico di un treno nuovo che si risolvono i problemi strutturali che affliggono la linea ferroviaria del sud Lombardia. Serve una programmazione studiata e mirata che vada oltre le convenienze politiche ed elettorali dell’ultimo momento. Ogni giorno la linea è segnata da continui ritardi, così come succede del resto sulla Crema-Treviglio-Milano dove, ancora stamani, è saltata la coincidenza a Treviglio e sono stati cancellati alcuni treni costringendo i pendolari a fare un vero e proprio giro dell’oca per rincorrere i bus di linea, visto che i sostitutivi sono stati cancellati tempo addietro. Il sistema ferroviario necessita di una cura da cavallo; mettere i treni con il contagocce può essere un palliativo ma non è certamente la soluzione definitiva. Bisogna rivoluzionare il servizio facendo investimenti ragionati guardando linea per linea, direttrice per direttrice, e facendo scelte che superino il sistema formigoniano, di cui Maroni è la continuità, contraddistinto da opportunismo del momento e poca lungimiranza.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento