Archivi del mese: settembre 2013

Anci: la delega alla Mobilità a Maran è una buona notizia per la Lombardia

La nomina di Pierfrancesco Maran a delegato nazionale Anci alla Mobilità è una buona notizia non solo per Milano ma per tutta la Lombardia. E’ un riconoscimento del lavoro svolto fino ad oggi in veste di assessore alla Mobilità al comune di Milano soprattutto in termini di mobilità sostenibile.
La sua nomina, in una posizione chiave, ci permetterà di avere un canale diretto di confronto su questioni di stretta attualità quali la fusione tra Atm e Trenord ed iniziare un ragionamento serio su come integrare il sistema ferroviario interregionale dopo il caso della linea Milano-Venezia.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Trasporto interregionale Nord Italia: lettera al ministro Lupi per convocare un tavolo

binariI consiglieri regionali del PD Gian Antonio Girelli e Jacopo Scandella assieme al deputato Matteo Mauri, componente della Commissione Trasporti alla Camera, hanno inviato questa mattina una lettera al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi per chiedere di convocare un tavolo, promosso dal governo, per discutere e migliorare il coordinamento del sistema ferroviario interregionale del Nord Italia. Con la lettera si formalizza quanto annunciato martedì dopo aver appreso, a mezzo stampa, l’esito negativo della riunione tecnica convocata a Verona tra le delegazioni della Regione Lombardia e Veneto e i gestori del servizio Trenord e Trenitalia per trovare una soluzione alla decisione unilaterale del presidente Zaia di sopprimere 8 treni interregionali che collegano Milano a Venezia dal prossimo 15 dicembre.
Lunedì l’incontro non ha sortito gli effetti sperati e purtroppo le posizioni sono ancora distanti. Le proposte fatte dai tecnici di Regione Lombardia, che tendono a mantenere il servizio e ad integrarlo ulteriormente nell’ottica della spesso dichiarata ma mai attuata razionalizzazione del trasporto ferro sulla linea Milano–Venezia, sembrano ricevere solo dinieghi dalla controparte veneta. Di contro, per ritorsione, Regione Lombardia ha minacciato di far fermare le proprie 24 corse a Desenzano del Garda, sito sul confine amministrativo. Inoltre sono a rischio altri convogli di tipo interregionale con collegamento festivo che percorrono la linea Lecco–Bergamo–Brescia–Verona–Venezia che, specialmente nella stagione estiva, hanno importanza rilevante soprattutto dal punto di vista turistico.
La contesa è legata alla ridefinizione interna alle singole regioni degli orari, quando invece stiamo parlando della direttrice che per importanza è la seconda dell’intero territorio nazionale. Questo è l’ultimo caso di mancato coordinamento tra le varie Regione del Nord Italia sul tema del trasporto ferroviario, si ricordino i casi passati del Piemonte e dell’Emilia Romagna. Su questi presupposti chiediamo al Governo di intervenire e di indire un apposito tavolo, in cui il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture svolga un ruolo attivo e fondamentale, per cercare una soluzione che vada al di là dei semplici steccati amministrativi e dia una risposta meno locale e più di sistema. Un tavolo che veda coinvolte tutte le componenti, e quindi il Ministero, le Regioni del Nord d’Italia, Trenitalia e Trenord, e che riteniamo sia il luogo giusto dove trovare una soluzione alla mancanza di risorse e pianificare tracce orarie più funzionali alle esigenze degli utenti, non solo per quanto riguarda questa tratta ma anche per tutte le criticità che si evidenziano laddove il trasporto su ferro conosce interconnessioni fra Regioni diverse. Le sfide che hanno di fronte queste regioni, EXPO 2015 in testa, richiedono di lavorare in maniera coordinata e programmata andando oltre i campanilismi e le divisioni politiche.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Treni Milano-Venezia: convocare un tavolo sul sistema ferroviario del Nord Italia

Indire un Tavolo, promosso dal governo, per discutere sul sistema ferroviario regionale che coinvolga tutte le regioni del Nord Italia, per evitare che si verifichino episodi analoghi a quello che vede coinvolte le Regioni Lombardia e Veneto.
La riunione tecnica convocata a Verona ieri pomeriggio tra le delegazioni delle Regione Lombardia e Veneto e i gestori del servizio Trenord e Trenitalia non ha sortito gli effetti sperati ma al contrario, ad oggi, sui giornali si ventilano ulteriori tagli dei collegamenti festivi sulla linea Milano–Venezia e il treno festivo Lecco–Bergamo–Brescia–Venezia. Sarebbe troppo facile attaccare la maggioranza sui risultati fallimentari della macroregione, noi vorremmo andare oltre lanciando una proposta che, soprattutto in ottica Expo, superi gli steccati politici. Bisogna lavorare in maniera coordinata e programmata per migliorare il sistema ferroviario del Nord Italia, riteniamo che adesso tocchi alla politica trovare la via d’uscita e andare oltre i campanilismi tra Regioni per giunta dello stesso colore politico. Su questi presupposti il Tavolo diventa uno strumento indispensabile per compensare la mancanza di risorse e pianificare tracce orarie più funzionali alle esigenze degli utenti che per studio, lavoro o svago si spostano da una regione all’altra. L’Expo parte anche da questo.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La prossima volta l’assessore Del Tenno convochi una conferenza di servizi

L’incontro che doveva tenersi questo pomeriggio a Cremona, tra Regione, Trenord, gli amministratori e comitati di pendolari, è stato rinviato per impegni improrogabili dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno stando a quanto riporta una nota ufficiale dell’agenzia di stampa regionale. E’ un peccato: sarebbe stata la giusta occasione per la Regione per spiegare la causa dei disagi che questa mattina hanno costretto i pendolari delle linee cremonesi e mantovane a dover prendere bus sostitutivi in mancanza dei treni.
Ribadisco che quello che il territorio ha bisogno è la convocazione di una conferenza di servizi che, a differenza dell’incontro informale che si sarebbe dovuto tenere oggi, richiede la preparazione di proposte e soluzioni concrete indicando le priorità infrastrutturali necessarie per la provincia di Cremona con un crono programma certo degli interventi. Una conferenza di servizi aperta a tutti e quindi non solo alla Regione, a Trenord e alle amministrazioni comunali ma anche e soprattutto ai pendolari, tempestivamente informati, che più di chiunque altro conoscono luci e ombre del servizio ferroviario regionale.
Nel pomeriggio sempre a Cremona l’Assessore Regionale al Territorio Viviana Beccalossi ha presentato alla stampa il Progetto preliminare redatto da Aipo ‘Navigazione del fiume Po da Cremona al mar Adriatico’, una bella iniziativa che dimostra finalmente il cambio di passo, rispetto al passato, della Regione che decide di puntare sul trasporto fluviale come valida modalità di trasporto sostenibile come noi abbiamo sempre sostenuto.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Trasporti: l’incontro di domani a Cremona è un primo passo, ma non sufficiente

FerrovieDomani pomeriggio a Cremona si terrà un incontro, convocato dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno, per fare il punto sulla situazione del servizio ferroviario nel Sud Lombardia assieme a Trenord, ai rappresentati del territorio e ai comitati dei pendolari. Bene, sarà una buona occasione per il territorio cremonese per far sentire le sue ragioni. E’ pur sempre un primo passo
Ma noi chiedevamo qualcosa in più: convocare una conferenza di servizio, preparata in anticipo con precisione, per mettere in luce le priorità infrastrutturali necessarie per la provincia di Cremona e stabilendo un crono programma certo. Prioritario secondo noi è il rinnovo del materiale rotabile, ad oggi, insufficiente e obsoleto. Inoltre è necessario far dialogare ferro e gomma in maniera più efficace in un territorio, come quello cremonese, a domanda debole. Anche la ricerca di Eupolis, commissionata da Regione Lombardia, sottolinea che il grado di insoddisfazione degli utenti è aumentato. Stime che non possono essere sottovalutate ma che dimostrano che sono altre lo soluzioni da perseguire.
L’incontro di domani è un passaggio necessario ma non definitivo. Ci aspettiamo che entro l’approvazione del bilancio di previsione 2014 che il Consiglio Regionale voterà a metà dicembre l’assessore Del Tenno e Trenord vengano sul territorio per sottoporci proposte puntuali che diano risposte concrete al malessere diffuso dei pendolari.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Razionalizzazione degli ospedali, rimodulazione dei ticket e revisione dei voucher

ospedale maggiore CremaLa rimodulazione dei ticket, la riorganizzazione e la razionalizzazione degli ospedali, la revisione del sistema dei voucher sociosanitari. Queste e altre sono le azioni annunciate nelle ultime settimane dalla Giunta lombarda. A occuparsene sarà una Commissione di esperti per la riforma del sistema sanitario regionale, composta da nomi illustri, a partire dal prof. Umberto Veronesi. La Commissione dei Saggi è certamente un buon strumento, utile per superare i limiti della riorganizzazione sanitaria concepita da Formigoni nel 1997, contiene nomi di assoluto prestigio, assieme a nomi che, per la verità, hanno anche profili di inopportunità. Questo però non deve essere la scusa per ritardare provvedimenti promessi in campagna elettorale, primo fra tutti il taglio dei ticket, che, come Pd, siamo tornati a chiedere con forza con un recente ordine del giorno. Anche del sistema dei voucher, anima e cuore dell’impianto sociosanitario formigoniano sembra che il nuovo assessore abbia fretta di liberarsi, tanto che il Pd ha fatto approvare in Aula un proprio ordine del giorno con cui la Regione si impegna ad archiviare lo strumento dei buoni sociali ponendo quindi fine all’attribuzione al cittadino in difficoltà di un buono da spendere per l’assistenza domiciliare e per servizi di riabilitazione lasciandolo di fatto solo e passando al meccanismo della presa in carico da parte della rete dei servizi.
È l’ammissione che il modello portato avanti sin qui va cambiato. Oggi gli utenti dei servizi alla persona in Lombardia, con un voucher in mano, si devono arrangiare nella giungla dei servizi. In questo modo il cittadino in difficoltà verrà invece preso in carico da parte dei comuni e delle Asl, e da loro sarà accompagnato verso il servizio più adeguato, con l’attenzione a che le cure fornite siano davvero appropriate.

Per il resto la riorganizzazione degli ospedali è ancora in alto mare e rischia di essere applicata solo in base ai principi di risparmio imposti dalla spending review e senza tener conto dei reali bisogni dei territori. In provincia di Cremona, l’accorpamento dell’ospedale di Crema a quello del capoluogo lascia dubbi e perplessità.

Sono Contrario! Tenuto conto Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Video della diretta web su trasporti e pendolari

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Diretta web su mobilità e pendolari

la diretta web del 7 maggio

la diretta web del 7 maggio

Mercoledì 18 settembre alle ore 13 parteciperò ad una diretta web su blogdem, in compagnia di Stefano Begotti, pendolare fra Capergnanica (dove è assessore a Infrastrutture e Mobilità) e Milano, sul tema di mobilità e pendolari. Il moderatore della diretta sarà Fabio Pizzul.

Come sempre si può intervenire sia prima che durante la diretta con domande, idee, riflessioni, critiche, alle quali risponderò in diretta.

Vi aspetto, a mercoledì!

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Tamoil: Regione Lombardia convochi il tavolo di monitoraggio sull’accordo

Il Tavolo regionale di monitoraggio sull’Accordo Tamoil del 2 aprile 2011 è fermo, ragion per cui, dopo aver scritto, ancora a maggio, una lettera di sollecito all’Assessore Regionale al Lavoro Aprea, oggi ho depositato un’interrogazione in IV Commissione Attività Produttive.

Ricordo che a seguito dell’accordo sottoscritto in data 1 aprile 2011 tra Regione, Ministero dello Sviluppo economico, Provincia di Cremona, Comune di Cremona, Rsu e la società Tamoil, come previsto dagli impegni di ordine istituzionale, Regione Lombardia ha istituito un tavolo tecnico di confronto con il compito di verificare almeno 4 volte l’anno l’andamento di tutti gli impegni. A oggi, a distanza di due anni, sono stati convocati solo quattro incontri, il 19 dicembre 2011, il 26 aprile 2012, il 19 luglio 2012 e il 7 novembre 2012.

Quindi, da 10 mesi non viene convocato da parte della Regione, alcun incontro. Eppure sarebbe oltre modo importante, come hanno sottolineato in un’analoga richiesta le organizzazioni sindacali, affrontare la questione in questo momento perché causa una forte preoccupazione per l’evoluzione critica del settore energetico, legata alla crisi dei consumi, e per l’approssimarsi della scadenza della Cigs. Anche per ciò, nell’interrogazione chiedo all’assessore Aprea il rispetto degli impegni attraverso la convocazione del tavolo tecnico, verificando l’andamento dell’accordo sottoscritto e la coerenza con quanto assunto nello stesso.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Treni Milano–Venezia, approvata all’unanimità la mozione del Pd

treno a cremaOggi, durante i lavori d’Aula del Consiglio Regionale, è stata approvata all’unanimità la mozione presentata dal Pd, di cui sono firmatario, in merito alla cancellazione, con l’introduzione del nuovo orario invernale a dicembre, di 4 coppie di treni interregionali che collegano direttamente Milano con Venezia.

Bene l’approvazione della mozione, adesso Maroni collabori con il suo collega di partito per garantire il servizio anche da dicembre in poi. E’ impensabile che su una materia così importante come questa ci si fermi ai confini amministrativi. Auspichiamo che si trovi una soluzione in tempi brevi ad un problema noto a tutti già da luglio. Con la cancellazione di questi treni verrebbero meno le coincidenze alla fermata di Treviglio e una conseguente penalizzazione dei pendolari cremonesi già abitualmente subissati dai disservizi e dai ritardi.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento