Tutele per chi si reca al lavoro in bicicletta, approvata mozione bipartisan in Consiglio regionale

Maggiore tutela per chi si reca al lavoro in bicicletta riconoscendo l’infortunio in itinere: è questa la richiesta fatta alla Regione Lombardia attraverso una mozione bipartisan sottoscritta da PD, Udc e Lega approvata ieri all’unanimità durante i lavori d’aula del Consiglio regionale. Il documento, nello specifico, impegna la Giunta ad aderire alla petizione della Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) che chiede di equiparare, per il riconoscimento Inail, gli incidenti in bicicletta nel tratto casa – lavoro a quelli incorsi in automobile.
Questa iniziativa va nella giusta direzione della mobilità sostenibile incentivando fortemente l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa–lavoro. Un significativo cambio di passo se si considerano le alte percentuali di Pm10 nell’aria.
La mozione fa il paio con un’interrogazione a risposta scritta che ho inviato alcuni mesi fa all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo relativa alle criticità legate al trasporto delle biciclette sui treni. L’assessore si è impegnato a recepire miglioramenti per i viaggiatori con bici al seguito nell’ambito dei lavori di revisione delle condizioni di trasporto. Sono state messe in atto specifiche azioni quali la possibilità di acquistare il ticket per le due ruote a bordo treno senza sovrapprezzo, di comprare l’abbonamento annuale al costo di 60 euro ed è stata incrementata la possibilità e la capacità di trasporto di biciclette, da due a cinque, per ogni carrozza. Ad oggi però non è possibile trasportare biciclette su tutti i treni delle fasce orarie interessate dai grandi flussi di lavoratori pendolari, dalle 7 alle 9.30 e dalle 17 alle 19.30. Mi auguro, vista anche la portata della mozione approvata martedì, che la Regione incentivi lo scambio ferro gomma aumentando il numero dei treni che consentano il trasporto ed estendendolo per tutta la giornata.

Articolo scritto in Idee e politica, Mobilità e con i tag , , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>